Crea sito
RSS

[OT] Tremulous: Karith Station 2 (1)

15 Agosto 2009

3D, Varie

tremulous-64

Karith Station 2 è una bellissima mappa di Tremulous creata da Godmil caratterizzata da una ampia base e da un ambiente esterno. Per descrivere la mappa conviene partire da dei punti fissi, in questo caso partiamo dalla posizione di default della base degli umani.

La base si trova in un grandissimo hungar avente al centro un grosso portone (che non si apre) e dalla parte opposta una entrata che subito gira di 90% e si snoda o dritta o a sinistra verso l’esterno. Esiste poi una ulteriore entrata che si trova in alto a destra (se siamo di spalle al grosso portone). Infatti c’è una scala che dalla parte sinistra sale e poi percorre tutto la lunghezza dell’hungar prima di arrivare ad una piccola porta ad apertura automatica di prossimità.

Nell'angolo a sinistra è visibile il grosso portone dell'hungar. Al centro è visibile la scala che porta sul piano superiore. Sotto alla scala nell'angolo a destra è un posto molto buono per piazzare una base umana.

Nell'angolo a sinistra è visibile il grosso portone dell'hungar. Al centro è visibile la scala che porta sul piano superiore. Sotto alla scala nell'angolo a destra è un posto molto buono per piazzare una base umana.

Dentro all’hungar ci sono piazzate alla rinfusa alcune grosse casse di legno, che possono servire per un minimo di difesa contro gli attacchi dei nemici.

La visuale è presa nell'angolo sotto alla scala, un punto ottimo per costruire la propria base. All'estrema destra si vede l'altro punto ottimo per costruire la base. Nella parte a sinistra si vede la posizione di defualt della base, davvero poco difendibile.

La visuale è presa nell'angolo sotto alla scala, un punto ottimo per costruire la propria base. All'estrema destra si vede l'altro punto ottimo per costruire la base. Nella parte a sinistra si vede la posizione di defualt della base, davvero poco difendibile.

Notiamo subito che la dispozione della base non è per niente buona: va spostata di sicuro, pena una sconfitta veloce 😉
Ad esempio ad S3 agli alieni basta usare un Advanced Goon per sparare proiettili sui nodi o sul reattore stando all’uscita della porta sopra la scala, da cui possono poi fugire agilmente una volta sparati i proiettili.

Ci troviamo sopra una piccola piattaforma posta a metà altezza dell'hungar, raggiungibile dagli umani usando i razzi. Da qui si dominano i due ingressi e il lungo corrodio (che ha un corrimano rialzato, quindi un tirrant dovrà percorrere tutta la lunghezza per poter scendere)

Ci troviamo sopra una piccola piattaforma posta a metà altezza dell'hungar, raggiungibile dagli umani usando i razzi. Da qui si dominano i due ingressi e il lungo corridoio (che ha un corrimano rialzato, quindi un Tyrrant dovrà percorrere tutta la lunghezza per poter scendere)

Il luogo principe utilizzato per spostare la base è sotto alla scala nell’angolo (a destra avendo le spalle al grosso portone). Questo perchè le strutture che si costruiscono in questo punto sono alimentate dal reattore, pertanto non serve avere un ripetitore. L’altro punto utilizzato è l’angolo opposto, sempre sotto la scala (in questo caso si piazza un ripetitore proprio nella parte bassa, dove iniziano le scale, prima di iniziare lo spostamento della base).

Per simmentria esiste un rialzo anche dalla parte opposta. Data la vicinanza alla porta in alto, potrebbe essere utilizzato da un Advanced Goon per sparare proiettili alla base (se posta nell'angolo sotto la scala) e poi tentare la fuga con un balzo verso la porta da cui era entrato.

Per simmentria esiste un rialzo anche dalla parte opposta. Data la vicinanza alla porta in alto, potrebbe essere utilizzato da un Advanced Goon per sparare proiettili alla base (se posta nell'angolo sotto la scala) e poi tentare la fuga con un balzo verso la porta da cui era entrato.

In certi casi la base viene spostata appena fuori dell’uscita in basso dell’hangar, oppure nel corridoio in alto sopra la scala, ma in ogni caso queste due soluzioni sono meno difendibili delle precedenti.

La porta di uscita in basso ha un piccolo corridoio, poi gira di 90°

La porta di uscita in basso ha un piccolo corridoio, poi gira di 90°

Il corridoio ora prosegue dritto per un altra parte della base e metà sulla sinistra, c'è invece il corridoio che da verso l'esterno. Spesso gli umani si piazzano qui per sparare agli alieni che arrivano.

Il corridoio ora prosegue dritto per un altra parte della base e metà sulla sinistra, c'è invece il corridoio che da verso l'esterno. Spesso gli umani si piazzano qui per sparare agli alieni che arrivano.

Anche agli alieni può capitare di dover costruire la base nell’area di default degli umani (se si sono trasferiti altrove): vale anche in questo caso la regola che va costruita sotto i due angoli, altrimenti gli umani dalla porta superiore potrebbero sparare facilmente alle strutture.

Ecco il corridoio con la porta che da sull'esterno del complesso.

Ecco il corridoio con la porta che da sull'esterno del complesso.

Uscendo all’esterno tramite la grande porta automatica, troviamo una scala di ferro che scende fino al livello del terreno. Sotto alla zona di uscita si trova un’area scavata nella roccia illuminata da luce rossa. Può essere un bel punto per nascondersi e prendere fiato, ma la costruzione di una base qui è poco difendibile: gli umani posso annientare le strutture stando ad elevata distanza usando Pulse Rifle o Lucy Cannon, mentre gli alieni possono sparare proiettili come Advanced Goon mentre i Tyrant li difendono.

All'esterno c'è la scala in "ferro reticolato" che scende fino al terreno. Notate sulla destra la ripida montagna e l'area che c'è sotto alla porta di uscita.

All'esterno c'è la scala in "ferro reticolato" che scende fino al terreno. Notate sulla destra la ripida montagna e l'area che c'è sotto alla porta di uscita.

L'area (illuminata da luce rossa) sotto alla porta di uscita principale. Alcune basi vengono costruite anche qui sotto ma sono statisticamente poco difendibili.

L'area (illuminata da luce rossa) sotto alla porta di uscita principale. Alcune basi vengono costruite anche qui sotto ma sono statisticamente poco difendibili.

Sulla sinistra, c’è la ripida montagna che limita l’area esterna e che può offire un punto rialzato per i Goon per saltare verso umani che volano sopra l’area (altrimenti gli umani potrebbero volare indisturbati). Ci sono poi 3 strutture all’interno del perimentro, ma servono poco alla difesa, perchè troppo piccole per nasconderci attorno.

La base esterna vista dalla montagna appena fuori all'uscita. Si può vedere la porta d'entrata posta dalla parte opposta. Al centro in alto si vede una piccola terrazzetta con una porta (che non si apre). Si vedono anche i due grossi "camini" nell'area esterna.

La base esterna vista dalla montagna appena fuori all'uscita. Si può vedere la porta d'entrata posta dalla parte opposta. Al centro in alto si vede una piccola terrazzetta con una porta (che non si apre). Si vedono anche i due grossi "camini" nell'area esterna.

Si può notare come nella parte alta al centro del compresso ci sia una terrazza (la cui porta non si apre) che può essere sede di qualche costruzione sia aliena che umana. In ogni caso le costruzioni in questo punto hanno vita breve essendo troppo aperte al fuoco nemico.

La terrazza vista da vicino. Sebbene alcune strutture vengano costruite anche qui, solitamente sono poco difendibili da ambo le parti.

La terrazza vista da vicino. Sebbene alcune strutture vengano costruite anche qui, solitamente sono poco difendibili da ambo le parti.

Nella parte terminale del compresso, si trova un ampia porta automatica che ci permette di ritornare all’interno della base e sopra la porta si trova un condotto di areazione (con tanto di ventola).

Vista dall'estrema sinistra sempre all'esterno. Si vedono le due porte di entrata al compresso e sopra a quella a sinistra di un condotto d'areazione.

Vista dall'estrema sinistra sempre all'esterno. Si vedono le due porte di entrata al compresso e sopra a quella a sinistra di un condotto d'areazione.

Zoom ristretto sull'entrata e sul condotto di areazione

Zoom ristretto sull'entrata e sul condotto di areazione

Particolare che evidenzia la ventola di areazione e il condotto che porta all'interno della stanza con l'elevatore

Particolare che evidenzia la ventola di areazione e il condotto che porta all'interno della stanza con l'elevatore

Entrando per la porta, ci troviamo un corridoio che da su un ulteriore porta apribile. Superata questa porta, il corridoio gira di 90°. Qui ci sono alcuni pilastri che sostengono le arcate dell’edificio molto alto (notare le bellissime finestre di vetro).

Il corridoio che conduce all'area interna passando per la porta esterna.

Il corridoio che conduce all'area interna passando per la porta esterna.

All'interno della nuova stanza possiamo osservare il corridoio di uscita con la porta automatica con i vetri. Si notano anche due colonne che sostengono la struttura.

All'interno della nuova stanza possiamo osservare il corridoio di uscita con la porta automatica con i vetri. Si notano anche due colonne che sostengono la struttura.

Dal basso osserviamo meglio il tetto semiricurvo fatto in vetro trasparente che ci fa apprezzare il cielo

Dal basso osserviamo meglio il tetto semiricurvo fatto in vetro trasparente che ci fa apprezzare il cielo

In alto su questo edificio, c’è spazio per un piccolo soppalco in semi oscurità che è spesso un posto buono per piazzarci un egg o qualche struttura umana di emergenza.

Dall'alto si può notare invece il piccolo ripiano posto sotto il tetto che ci permette di costruire qualche struttura in esso.

Dall'alto si può notare invece il piccolo ripiano posto sotto il tetto che ci permette di costruire qualche struttura in esso.

Il particolare del ripiano in alto. Si noti come solo la parte centrale sia in luce, tutto il resto è in ombra (per cui senza elmetto per gli umani saranno poco visibili)

Il particolare del ripiano in alto. Si noti come solo la parte centrale sia in luce, tutto il resto è in ombra (per cui senza elmetto per gli umani saranno poco visibili)

Il corridio adesso forma una T e a destra prosegue per un altro punto della base (notare le bellissime vetrate che ci mostrano il panorama montagnoso esterno). A sinistra invece, c’è un portone automatico che dà l’accesso ad un a sala notoriamente nota come “Ele room“. “Ele” sta per Elevator, ovvero stanza con elevatore.

Il T nel corrodoio. A sinistra c'è il portone automatico che da nella stanza con l'elevatore

Il T nel corrodoio. A sinistra c'è il portone automatico che da nella stanza con l'elevatore

Dall'esterno della stanza con l'elevatore, si osserva il lungo corridoio che porta ad altri spazi nel complesso. Si noti le due aiuole con le piante che danno un tocco di classe alla mappa.

Dall'esterno della stanza con l'elevatore, si osserva il lungo corridoio che porta ad altri spazi nel complesso. Si noti le due aiuole con le piante che danno un tocco di classe alla mappa.

Sulla sinista nel corridoio c'è una vetrata con vetri massicci (si noti lo spessore) che ci fa ammirare il paesaggio montagnoso che circonda la base

Sulla sinista nel corridoio c'è una vetrata con vetri massicci (si noti lo spessore) che ci fa ammirare il paesaggio montagnoso che circonda la base

Se entriamo nella stanza notiamo infatti che nel fondo c’è un grosso montacarichi azionato da un pulsante che si alza dando accesso a sinistra ad un ampia zona e a destra ad un soppalco molto più stretto. A sinistra ci sono diverse casse accatastate e questo lo rende un luogo ottimo per costruirci una base. Notiamo poi al centro in alto che c’è un condotto di areazione che si congiunge (con una T) a quello che partiva dall’esterno.

L'elevatore e il pulsante di accensione.

L'elevatore e il pulsante di accensione.

Siamo nell'angolo in basso della stanza con l'elevatore. Si nota l'ampio spazio in alto dopo costruire la base.

Siamo nell'angolo in basso della stanza con l'elevatore. Si nota l'ampio spazio in alto dopo costruire la base.

Siamo sull'angolo sinistro all'interno della stanza con l'elevatore. Alla destra è il punto preferito per mettere l'Overmind o il Reactor di una base. Al centro c'è l'uscita del condotto di areazione.

Siamo sull'angolo sinistro all'interno della stanza con l'elevatore. Alla destra è il punto preferito per mettere l'Overmind o il Reactor di una base. Al centro c'è l'uscita del condotto di areazione.

Il perchè questo punto è ottimo per una base è presto detto: per salire in alto serve utilizzare l’elevatore che è molto lento, inoltre per il condotto di areazione ci passa solo un umano e gli alieni di taglia più piccola, quindi l’unico punto di accesso percorribile da tutti è il portone principale.

In un certo senso questo luogo è molto più adatto ad una base umana, che risulta quasi inespugnabile. Una torretta difensiva posta davanti al condotto di areazione impedirà a tutti i dretch di entrare nella base ma lascerà modo agli umani dotati di propulsore di uscire e volare via.

Daltro canto, per i Tyrrant raggiungere la parte alta è quasi impossibile: bisonga salire sull’elevatore (che ha un altezza da terra molto alta ed è difficile riusciere a saltarci su) e aspettare che un compagno azioni il pulsante: nel frattempo gli umani ci avranno già massacrato. Del resto bastano pochi Lucy Cannon per scatenare l’inferno in un ambiente così ristretto.

Gli alieni possono solo avvicinarsi al portone come Advanced Goon e sparare proiettili sulle strutture per poi fuggire protetti dai Tyrrant all’esterno. Durante una Sudden Death questo può portare effettivamente ad un indebolimento degli umani che li possa far capitolare, ma è comunque molto difficile (ma non impossibile)

Viceversa anche gli alieni possono avere qui una base molto buona. I Tyrrant posso stazionare sulla parte bassa e difendere la base dai nemici, anche se umani che entrano dal condotto di areazione dotati di Lucy Cannon possono fare danni notevoli se riescono ad entrare (in questo caso i Dretch fanno poco, mentre un Advaced Goon ha più possibilità di fermare il nemico con dei proiettili).

L’altro problema è che gli umani possono usare il rinculo di un colpo di Lucy Cannon per proiettarsi dal terreno e salire fino alla parte in alto della base devastandola (i Tyrrant a terra non possono salire) ed in alto ci sono di solito alieni di taglia inferiore.

Siamo nel lato opposto sopra la terrazzazzetta più stretta. In basso a destra si vede l'elevatore, a sinistra c'è il portone di entrata. Dietro le 3 casse è un ottimo punto per piazzare un Booster, perchè riparato ed in più è accessibile dai tyrrant.

Siamo nel lato opposto sopra la terrazzazzetta più stretta. In basso a destra si vede l'elevatore, a sinistra c'è il portone di entrata. Dietro le 3 casse è un ottimo punto per piazzare un Booster, perchè riparato ed in più è accessibile dai tyrrant.

Per questo motivo un base aliena sotto attacco congiunto degli umani può capitolare più facilemente. La cosa negativa è poi che lo Advanced Granger non può uscire dal condotto di areazione (non ci passa) e pertanto deve usare sempre dal portone principale: questo significa possiblità quasi nulla di uscire per piazzare qualche eggs se la base è in fase di massacro da parte dei nemici.

Ecco dunque che l’egg piazzato nel punto in alto che abbiamo visto prima può dare un pò di possibilità in più di salvezza per ricostruire la base (in ogni caso un egg posto in punti più lontani fa sempre bene in caso di attacco massiccio).

Da notare che anche gli alieni in stage 1 possono construire la base sopra l’elevatore: serve l’aiuto di un Dretch che azioni il pulsante e poi presti il suo corpo per spingere il Granger sopra la piattaforma (dato che da solo non potrebbe saltare). L’altro punto positivo è che un Granger normale riescie a passare per il condotto di areazione.

Nonostante quello che vi ho detto sulle difficoltà aliene, la base sull’elevatore è comunque sempre più difendibile di altri punti, pertanto è sempre una meta ambita.

Per ora abbiamo esplorato solo una piccola porzione della mappa, nei prossimi appuntamenti ripartiremo da dove ci siamo fermati, ovvero dall’esplorazione del corridoio dopo la stanza con l’elevatore e dal corridoio della base umana che prosegue dopo la porta che da sull’esterno.

Scopriremo che Karith ha anche qualche piccolo passaggio segreto disseminato nella mappa…

No comments yet.

Leave a Reply