Warning: Use of undefined constant _FILE_ - assumed '_FILE_' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/eeepc901/blog/wp-content/plugins/easygravatars/easygravatars.php on line 14
gOS 3.1 | Blog di eeepc901
Crea sito
RSS

gOS 3.1

22 Gennaio 2009

Gnome, gOS

gos-64

gOS, ovvero Green Os, è un sistema operativo ottimizzato per eeepc, che è stato basato su Ubuntu/Gnome e nasce per offrire molte delle applicazioni di Google su Linux.

Il sito di riferimento è http://thinkgos.com/ mentre la iso di 694MB è conveniente scaricarla via torrent da: http://thinkgos.com/torrents/gos-3.1-gadgets-20081205.iso.torrent

Usando l’utilissimo unetbootin, creiamo in un attimo dalla iso la versione per pen con cui provare il sistema.

Durante il boot, bisogna scegliere “Try gOS without any changes to your computer” tra le opzioni messe a disposizione da unetbootin.

Dopo 1m 35 secondi per avere il boot, il tutto con schermata grafica e barra di avanzamento, una musica ci accoglie nel desktop, ma notiamo subito che l’iGoogle gadget non si è caricato, e questo è dovuto al fatto che la rete (ethernet) non è stata rilevata!

Ci sono poi alcuni diffetti di visualizzazione che subito si nota: spostando la calcolatrice e il calendario è rimasto parte del loro layout nello schermo sotto le icone.

I gadget però danno subito il meglio di se: muovendo il mouse sul fiore, questo sarà annaffiato, mentre muovendolo sulla sfera, in questa cadrà la neve 🙂

Comunque il desktop ha la barra principale posta in alto, in classico stile Gnome su Ubuntu, contenente due desktop virtuali, il menu coi programmi, più delle icone di systray sulla destra: orologio, rete, bluetooth, audio, cestino e Google Gadget.

In basso c’è la barra con effetti pseudio 3D contente 15 programmi da subito attivabili. Ci sono invece  icone fisse sul desktop: Home, Installazione e Cestino.

Seguono i già citati gadget sparsi per lo schermo: Calendario, Calcolatrice, iGoogle, indicatore Wifi , livello barreria, più il fiore e la sfera.

Lo screen saver si attiva affievorendo la visione dello schermo, che diventa nero prima di attivarsi il programma. Anche questo è un effetto interessante: quantomeno è la prima volta che lo vedo in funzione su di un sistema.

Una caratteristica di come è configurato il desktop è che le icone di chiusura e ridimensionamento finestra sono posti sul lato sinistro, invece che sul destro (come prassi comune) e bisogna farci un minimo di abitudine perchè saremo sempre tentati di guardare nel lato opposto 😉

Sul fronte dei programmi installati, abbiamo:

  • Gnome games
  • Gimp (editor grafico)
  • Picasa (album di google, eseguito con Wine)
  • XSane (scanner)
  • Firefox (web browser)
  • GMail (google mail, tramite Prism)
  • Thunderbird (posta elettronica)
  • Pidgin (chat)
  • Prism
  • Skype
  • Openoffice (Suite office)
  • Google Calendar
  • Google docs (tramite Prism)
  • Rhytmbox (player musicale)
  • Totem (player multimediale)
  • Wine (“emulatore” windows)
  • Nautilus (file manager)

Tutto sommato è ampliamente coperto il lato office, la grafica, il multimediale e internet, tramite anche le applicazioni di Google (anche se viene usato Wine per ottenere questo, per cui il tempo di caricamento non è velocissimo).
Quello che invece inficia esteticamente l’usabilità, è il diffetto attorno alla barra inferiore, in cui rimane nello sfondo l’immagine del gadget.
Sebbene ciò sia accettabile, non lo è il non riconoscimento della scheda di rete e del collegamento internet tramite ethernet.

La distribuzione è perciò rimandata alla prossima release!

, , ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

No comments yet.

Leave a Reply