Crea sito
RSS

OpenGEU 9.10 Quarto di Luna: pronta ma non troppo…

24 Febbraio 2010

Enlightenment, OpenGeeeu

Opengeu-64

OpenGEU è la distribuzione basata su Ubuntu Karmic utilizzante il desktop enviroment Enlightenment che abbiamo già avuto modo di testare nella variante specifica per eeepc (OpenGeeeu) nelle precedenti versioni 8.x.
Questo è una di quelle distribuzioni che si gioca il mio interesse assieme ad Eeebuntu per avere un posto fisso sul netbook, pertanto col rilascio di Ubuntu 9.10 era logico attendere il rilascio di questa nuova versione di OpenGeu.

Il rilascio è avvenuto un mese fa, ma solo come pacchetti presenti nei repositori: da qualunque sistema *Ubuntu si può quindi installare OpenGeu 9.10. Manca ancora, alla data attuale, l’immagine ISO (live e di installazione) del sistema e questo a causa di difficoltà tecniche che potrebbero portare ad una rivoluzione in questa distro.

Come si legge nel sito, la politica di Ubuntu di inserire pacchetti ancora sperimentali e di fare un backport inserendo patch al codice sorgente per poterlo far poi funzionare correttamente, crea molte difficoltà nella creazione dell’ISO.
La creazione di questa ISO, ha richiesto un minimo di 30 tentativi prima di avere l’immagine definitiva e questo processo ha consumato troppo tempo da parte degli sviluppatori (e del resto, se l’immagine ancora non è disponibile, forse ne sta portando via di ulteriore).
Gli sviluppatori hanno pertando aperto un sondaggio per decidere se passare da Ubuntu a Debian, questo per non avere più i problemi della ISO, potersi svincolare dai rilasci fissi di Ubuntu, in considerazione anche ai più lenti rilasci di Enlightenment, pur potendo mantenere la compatibilità con Ubuntu.

Sembra dunque che dopo Eeebuntu, anche OpenGeu stia andando sempre più verso Debian…

, , ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

One Response to “OpenGEU 9.10 Quarto di Luna: pronta ma non troppo…”

  1. Zell_89 Says:

    Sarebbe ora che si decidessero a puntare su qualcosa di più solido ma al tempo stesso meno restrittivo come debian, possono così plasmare la distro come vogliono.

Leave a Reply