Crea sito
RSS

Quali nuovi Sistemi per telefonia avranno successo

8 Febbraio 2013

Varie

percent-64

Quale futuro?

Tomi Ahonen (esperto analista in telefonia) ha analizzato il possibile successo dei nuovi sistemi operativi per telefoni che avranno vita in questo anno. Si tratta di Ubuntu OS , Sailfish (Jolla/MeeGo), Tizen (MeeGo di Samsung), Firefox OS e i classici BB10 e WP8.

L’articolo originale lo potete trovare qui, mentre vi propongo un sunto tradotto.

Possibile? Si

La prima domanda: è possibile che in un mercato dominato al 92% da Android e iOs ci sia spazio per altri contendenti? Non è troppo tardi?

Si, è possibile, adesso c’è ancora tempo.

Sono stati venduti in un anno 1,8 miliardi di telefoni e solo il 39% era rappresentato da Smartphone. Pertanto ci sono 1,3 miliardi di dispositivi che potranno divenire Smartphone in un futuro prossimo.

Il 2013 è l’anno giusto per entrare, dato che 1 miliardo di telefoni saranno convertiti in Smartphone, mentre nel 2014 rimarrà molto meno e a quel punto sarà molto più difficile entrare e nel 2015 sarà troppo tardi.

Ormai il mercato degli Smartphone si sposta sui dispositivi a basso costo, peranto anche Apple dovrebbe produrre un iPhone low cost, altrimenti si ridurrà ad essere solo un buon venditore simile all’attuale RIM.

Strategia vincente

Molti esperti potranno argomentare su quanto un OS sia migliore di una altro, che la sua interfaccia utente è più bella/potente, che le sue applicazioni sono vincenti.

Ma tutto ciò è inutile!

Le previsione di questi esperti sono state fallate del 400% nel caso di Windows Phone e mediamente del 332% nel complesso del mercato degli Smartphone.

I smartphone sono dei piccoli computer, perciò gli esperti del mondo dei Pc sono veloci a lasciare il loro segno. Ma si sbagliano.

Il mercato telefonico è totalmente diverso da quello dei pc ed è vincente solo se supportato dagli operatori. Un OS può essere scarso fin che si vuole o veloccissimo, ma solo se è supportato dagli operatori potrà essere vincente. Ad esempio WebOS di Palm era nettamente migliore di iOs, ma guardate dove è scomparsa Palm!

Il successo è quindi:

  • supporto degli operatori
  • supporto della distribuzione

Tutti gli altri fattori (miglior OS, miglior UI, miglior store, ecc.) sono importanti ma non essenziali.

Ubuntu non concorrente

Molti esperti del settore PC ritengono che Ubuntu, la distribuzione Linux per Desktop, possa funzionare nella sua incarnazione per smartphone. Ricordate che Windows ha il 90% di marketshare nei PC e in ambito mobile è passata dal 12% al 2% attuale, mentre Ubuntu è meno dell’1% in ambito PC!

Ubuntu ha due grossi ostacoli:

  1.   Deve avere almeno il supporto di uno dei grossi produttori di telefoni (almeno uno tra i top 10, ma meglio se più di uno) che produca telefoni con Ubuntu OS
  2.   Deve assicurarsi il sostegno di operatori telefonici

Per questo, con il primo telefono atteso tra un anno, allo stato attuale Ubuntu OS sembra tagliato fuori.

Firefox, cavallo molto scuro

Mozilla ha creato Firefox OS, il sistema operativo per telefoni basato sul web e le piattaforme open in HTML5.

ZTE, uno tra i top 10 produttori di telefoni, ha annunciato che rilascerà a Febbraio un telefono con Firefox OS. Anche il piccolo produttore Spagnolo Geeksphone ha annunciato la realizzazione di un telefono.

Ci sono pertanto alcuni produttori che supportano Firefox OS, ma il numero di telefoni che forniranno sono al momento un pò pochi. Riguardo al supporto degli operatori al momento si vocifera di un possibile partner Europeo e della Giapponese KDDI come interessati per i loro smartphone.

Firefox ha però ottenuto il sostegno di operatori come Telefonica, TIM, T-Mobile, Sprint, Etisalat, Smart e Telenor. Questo sostegno non è come che gli operatori lancino e vendano telefoni con Firefox OS, ma il possibile arrivo dei telefoni potrebbe aprire la strada anche per questi operatori.

Firefox potrebbe quindi entrare ad ottenere una piccola fetta della torna nel 2014. Quanto grossa non si può stabilire dato che solo un produttore allo stato attuale produrrà telefoni con Firefox OS.

Sailfifh (MeeGo 2.0 versione A) pretendente

La compagnia Finlandese Jolla, nata da personale ex-Nokia sull’ammazzato progetto MeeGo/Maemo si trova in uno stato simile a Firefox, ma con una traiettoria differente: si trova nella scia abbandonata da Nokia dell’enormemente ammirato N9 con Meego.

L’N9 è lo smartphone Nokia più rappresentativo di tutti i tempi e l’unico che ha battuto l’iPhone in test diretti attuati da riviste e siti web di cellulari. L’N9 era diretto ad enormi successi globali se non fosse stato relegato dal suo CEO ad essere venduto in mercati marginali e non in competizione con l’iPhone.

Sailfish, basato sulle QT, è una evoluzione di MeeGo (una sorta di versione 2.0) e si vocifera sia talmente simile ad Android che queste applicazioni potranno funzionare su Sailfish.

Jolla sembra però voler competere coi telefoni top della gamma (iPhone e Samsung) e, vista la potenzialità dell’N9, questa non è una semplice fantasia. Il loro telefono dovrebbe essere uno dei più importanti che usciranno nel 2013 e poter quindi puntare su un prezzo che dovrebbe garantire ampi margini. Se anche non dovesse vendere 10 milioni di telefoni in un anno, potrebbe però costruirsi la strada per attirare nuovi partner.

Attualmente la Cinese Zopo venderà in India telefoni con Sailfifh e l’operatore Finlandese DNA lo vuole lanciare in Finlandia. La Cinese D.Phone distribuirà il telefono nelle sue catene.
China Mobile era partner di Meego, pertanto potrebbe da essa arrivare altro supporto.

La strada di Jolla non è sicura, ma potrebbe portare ad un 1% di Market Share nel 2013 ed aprire le strade nel 2014 agli operatori che vorrebbero una alternativa ad Android.

Tizen (Meego 2.0 versione B) il concorrente

Non ci sono cose sicure nel mondo mobile, ma Tizen è la cosa più vicina alla sicurezza che c’è. Perchè?
Per un motivo: Tizen è la rinasciata in grande di Meego da parte di Intel, che perso l’appoggio del primo produttore (nel 2011) di telefoni (Nokia), si è alleata col secondo (Samsung).

Samsung aveva Bada, uno degli OS con più successo della storia!

Bada nei suoi primi due anni di vita ha venduto 30 milioni di telefoni, più di quanti ne avesse venduti l’iPhone nei due anni del suo lancio!

Il costo contenuto dei telefoni con Bada, venduti in mercati secondari, lo ha fatto passare però un pò in sordina. Perchè questo successo? Semplice, perchè Samsung ha la catena di distribuzione più grande al mondo.

Bada era l’OS di Samsumg per i telefoni low cost, adesso Tizen può essere il loro sistema operativo di punta. Intel ha già il supporto di produttori come Fujitsu, NEC, Panasonic e Huawei, oltre a se stessa e ora di Samsung. Il supporto degli operatori è invece dato da NTT DoCoMo, Orange, Sprint, Vodafone, Korea Telecom e SK Telecom.

C’è il 40% dei produttori di telefoni che supportano Tizen e l’11% degli operatoti telefonici.

Se i telefoni con Tizen saranno come nelle aspettative, Tizen potrebbe raggiungere il 5% del mercato nel 2014 e il 10% successivamente (diventando il terzo OS).

Conclusioni

E gli altri?

Semplice Windows Phone non piace agli operatori telefonici perchè ha Skype integrato (inoltre porta alla bancarotta di tutti i partner che lo hanno adottato in passato) e RIM/Blackberry non piace agli operatori per avere inserito la loro messaggistica BBM.

Pertanto il Blackberry era sceso dal 20% al 3% attuale e con il BB10 (che è comunque un ottimo telefono) può aspirare a raggiunere il 5% a fine anno.
Windows Phone è invece un uomo morto che cammina e continua ad esistere finche Nokia con Elop lo manterrà (anche se Microsoft dovesse farsi un suo telefono, avrebbe il record negativo di vendite in 6 mesi, proprio perchè gli operatori lo odiano e non lo supporteranno).

Che dire? articolo molto lungo ma penso con una analisi accurata!

Lascio a voi la parola.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply