Crea sito
RSS

Trisquel 5.5 Brigantia

6 Maggio 2012

Gnome, Trisquel

trisquel64

Trisquel è una ditribuzione Linux che mi è stata consigliata di provare da un lettore di questo blog dato che si presta all’utilizzo sull’eeepc, avendone il suo supporto inglobato. La versione 5.5 (Brigantia) è stata rilasciata meno di un mese fa.

L’immagine ISO di 700MB è disponibile qui: http://cdimage.trisquel.info/trisquel-images/trisquel_5.5_i686.iso.torrent

Il boot da pen drive avviene in circa 1 minuto e 30 secondi, durante il quale un paesaggio alberato notturno ci intrattiene: lo stesso paesaggio diventa poi lo sfondo del desktop.


Il desktop si presenta con una sola barra inferiore abbastanza alta, così definita:

  • Pulsante start per lanciare le applicazioni
  • Home
  • Web browser
  • Applicazioni aperte (task bar)
  • Indicatore batteria
  • Mixer audio
  • Bluetooth
  • Rete
  • Calendario
  • Mostra desktop

Alcune icone (dispositivi collegati home) sono poi presenti nella parte sinistra del desktop.

Su questa versione base non sono riuscito a mettere il layout della tastiera in Italiano, dato che veniva mostrato solo quella inglese: probabilmente solo con l’abilitazione della localizzazione italiana durante la fase di installazione si può ovviare al problema.


Uno dei punti a favore di questa distro è il pannello di controllo che sembra una fotocopia di quello di Windows, avente tra l’altro anche il Sysyem Info (in cui si possono cambiare le applicazioni di default con cui lanciare i programmi).

Non ho notato invece la presenza di un indicatore di applicazione lanciata e pertanto sono incorso nell’errore di aprire più volte una applicazione pensando di non aver cliccarto precedentemente l’avvio, darto che questa non si era ancora aperta.

Per il resto si tratta di Gnome, pertanto gli affezionati di questo sistema hanno tutto sottomano (personalmente non mi abituo facilmente a Nautilus, tanto è vero che su KDE utilizzo ancora Konqueror e non Dolphin come file manager!).


C’è da dire che questa versione utilizza sia Gnome 3 che GTK 3, ma personalmente non ho notato differenze di comportamento con Gnome 2.

Le applicazioni presenti nella versione live sono:

  • Abrower (browser web)
  • Evolution (client email)
  • Pidgin (chat)
  • Gwibber (connessione ai social network)
  • Liferea (feed reader)
  • Remminna (remote desktop connection)
  • Transmission (client bittorrent)
  • Libreoffice
  • Gimp
  • Movie player
  • Exaile music player
  • Pitivi (editor video)

Alcuni programmi sono diversi rispetto alle altre distribuzioni, ma la configurazione base di questa versione live copre in ogni caso ogni aspetto di utilizzo.

Indubbiamente visto il supporto nativo al eeepc e gli aggiornamenti che questa distribuzione propone, gli amanti di Gnome possono pensare di installarla al posto della Xandros….oppure possono optare per la versione Mini che è basata su desktop LXDE per essere ancora più parca di risorse

 

,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

One Response to “Trisquel 5.5 Brigantia”

  1. Marco Says:

    Bellissima… tant’è che ho buttato via i backup della Xandros che mi avevi consigliato come fare. 🙂
    E, in più, è “free” nel senso più ampio della GNU “free philosophy”, che non guasta mai.

    Abroser alla fine è firefox rinominato (per le questioni di copyright di mozilla foundation) e tutte le altre applicazioni funzionano più che bene.
    L’hardware viene riconosciuto (webcam, microfono inclusi) e… funziona! 🙂

Leave a Reply