Crea sito
RSS

Sabayon 5.4 con Enlightenment: peccato che non ne voglia sapere…

19 dicembre 2010

Enlightenment, Sabayon

sabayon-64

Sabayon è una distribuzione italiana basata su Gentoo e distribuita con vari desktop manager: Gnome, KDE, Enlightenment, LXDE, XFCE e dichiarata come una distribuzione pronta all’uso (e soprattutto facile e veloce).

La navigazione nel sito web del progetto (http://www.sabayon.org/) non è delle più agevoli, ma almeno la pagina del download è subito rintracciabile.

Visto che ho un particolare interesse per Enlightenment sopratutto per l’utilizzo nel netbook, ho deciso di provare la versione in oggetto.

L’iso da 685MB può essere scaricata via torrent da: http://www.sabayon.org/sabayon/torrents/Sabayon_Linux_5.4_x86_E17.iso.torrent

Le opzioni di boot (fornite da Unetbootin su pen drive), sono molto complete:

  • Default
  • Start Sabayon 5.4 E17
  • Graphical Installation
  • Text Installation
  • Safe Mode
  • Console mode
  • Debug mode
  • Memory test
  • Boot from first hard disk

Il boot (con l’opzione di default) avviene con una immagine fissa, che però appare spostata in basso (come su una TV mal sintonizzata), dopo di che lo schermo rimane colorato di blu non dando più segnali di vita 🙁

Riproviamo allora usando la seconda opzione: ora lo schermo è correttamente centrato, ma anche qui dopo poco ci compare l’immagine totalmente blu e apparente blocco si sistema.

Non perdiamoci d’animo: aprendo le opzioni di Grub, ho tolto la modalità silente e lo splah screen dai parametri di avvio, così ora posso appurare che tutto si carica correttamente (nella classica modalità di Linux) fino all’avvio della fase di configurazione di X. Poi schermo nero.

Evidentemente c’è qualcosa che non va col nostro netbook. A questo punto ho deciso di provare solo in modalità macchina virtuale su pc fisso per poter comunque vedere come si presenta questa distribuzione.

Eseguo la partenza e ottengo che ora nella schermata iniziale si vede anche una barra di avanzamento, ma nel momento in cui parte X, otteniamo una schermata di errore dovuta a un segmentation fault di Enlightenment.

Ci rimane l’ultima prova: installarlo su ambiente emulato. In questo caso la procedura si avvia regolarmente e siamo catapultati in queste scelte:

  • scelta lingua
  • scelta tastiera
  • scelta modo installazione
  • fuso orario
  • password di root
  • utente e password
  • partizionamento disco
  • scelta boot loader
  • scelta se mantenere il multilanguage

L’installazione termina dopo 32 minuti, ma questo è dovuto al fatto che più di 15 minuti sono tati dedicati al tentativo di collegarsi a dei mirror per scaricare dei pacchetti in lingua.

Il boot avviene in 41 secondi, dopo di che ci viene chiesto il nome utente/password, ma dopo l’inserimento otteniamo un errore GDM relativo al disco pieno (ho usato un disco da 4GB) o permessi insufficienti per complerare l’operazione e, purtroppo, non si riesce ad accedere 🙁

Che dire…peccato.
Ero proprio curioso di vedere questa distribuzione all’opera, ma forse necessita ancora di qualche ritocco, sia in ambito netbook che in ambito ambiente emulato.

Aspettiamo comunue la prossima versione per rilasciare un giudizio su Sabayon, mentre se qualcuno è riuscito a provarla può comunque lasciare le proprie impressioni 😉

, ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

No comments yet.

Leave a Reply