Crea sito
RSS

Kubuntu 10.10 con KDE in versione Netbook Remix

11 Dicembre 2010

KDE, KUbuntu

kubuntu-64

Kubuntu 10.10 Desktop si porta in dote una caratterista che per chi utilizza il netbook come me, può far propendere questa distribuzione come quella più versatile per l’utilizzo in questa gamma di dispositivi (grazie dunque ai nostri lettori per aver segnalato questa possibilità).

Infatti è possibile passare dall’ambiente desktop ad ambiente netbook agendo sulle impostazioni del pannello di controllo di KDE.

Avviamo nuovamente KUbuntu desktop come visto precedentemente per poi passare alla nuova modalità.

Andando su System Settings, Workspace, si può passare da ambiente Desktop a Netbook tramite scelta su combo box (se abbiamo la lingua italiana attiva, si va su Sistema, Spazio di Lavoro e si sceglie Ultraportatile invece di Desktop).

L’ambiente che ci appare è identico alla versione 10.04, tranne appunto le icone dei programmi system tray che sono bianche anzichè colorate.

Si notano però degli effetti video carini: cliccando su di un argomento, le icone dei programmi vanno a prendere la loro posizione ordinata sullo schermo, arrivando da diverse posizioni (dai lati e dal basso). Ottima pure l’evidenziazione delle icone al passaggio del mouse e i relativi suggerimenti contestuali che appaiono.

Le applicazioni si aprono tutte a pieno schermo, come nella versione precedente, cosa possibile avendo la barra superiore a scomparsa (ma per fortuna, per attivarla bisogna per forza sostare col mouse nel punto più in alto del desktop: accidentalmente non si rischia ad aprirla. Personalmente infatti, odio queste barre, perchè mentre cechi di aprire un menù posto in alto, si apre la barra, ma la realizzazione di questa è veramente ottima).

Le applicazioni a tutto schermo ricordano la propensione del netbook a lavorare con una aplicazione alla volta, anche se è semplicissimo ridimensionare la finestra (ci sono infatti le icone di ridimensionamento e chiusura poste all’estrema destra della barra superiore). Una volta padroneggiato per una decina di minuti il funzionamento con varie applicazioni aperte, ci accorgiamo che possiamo lavorare ne più ne meno come nel sistema desktop: la massimazione a tutto schermo non impedisce di lavorare con più applicazioni aperte.

La difficoltà maggiore è quella di configurare i widget di KDE, che nella versione 4 si svolge tutto visualmente: già sulla versione desktop non è sempre una operazione agevole, nel netbook con bassa risoluzione verticale, richiede più tempo per evitare di sbagliare qualcosa. C’è da dire che rispetto alla prima versione di KDE Netbook Remix, ora è molto migliorato questo fattore.

Alla luce di questa prova, posso dire che Kubuntu è una valida alternativa come distribuzione per netbook, potendo lavorare sia in modalità desktop che netbook. L’unica nota dolente che vedo è l’impoverimento delle icone del tema, perchè quelle colorate erano molto più graziose rispetto alle attuali solo bianche.

Un ultimo appunto: per uscire (tranne che non ci abbiamo aggiunto l’apposito widget noi) bisogna fare tasto destro sul desktop e scegliere di chiudere il computer.

, ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

No comments yet.

Leave a Reply