Crea sito
RSS

Installazione di Linux passo passo

5 Dicembre 2010

Varie

Dato che spesso molti sono spaventati dalla procedura di installazione di Linux (presumo perchè abituati ad avere Windows già pronto sul pc), vediamo passo passo come si procede.

In questa prova installeremo Kubuntu, ma la stessa procedura vale per Ubuntu e con minime variazioni per le altre distribuzioni (quali Fedora, Mint).

Per le distribuzioni live, è di solito possibile avviare l’installazione sia come scelta dal boot di avvio (installa su pc locale), sia come icona sul desktop appena avviata la distribuzione.

Qualunque sia la modalità scelta, ci ritroveremo con la stessa procedura, divisa qui in punti sequenziali

1) Scelta della lingua nel processo di installazione (questa sarà la lingua usata anche nel sistema installato). Alcune distribuzioni live scaricano addizionalmente questi pacchetti in lingua durante l’installazione, per cui è bene avere un collegamento internet veloce (pena un attesa nell’installazione)

2) Avviso sui requisiti richiesti (2,3GB liberi, connessione ad internet). Qui è possibile scegliere alcune funzionalità aggiuntive:

  • scaricamento aggiornamenti (consigliato, per avere direttamente l’ultimo software)
  • installazione software di terze parti (consigliato per avere alcuni pacchetti utili ma che per varie restrizioni non fanno parte della distribuzione)

Questa è l’unica domanda relativamente al software da installare. Solitamente distribuzioni non live e fornite su supporto DVD possono chiedere di selezionare il software da installare (ad esempio con Fedora DVD, si può scegliere se installare KDE o Gnome, il software di sviluppo, ecc.)

3) Suddivisione del disco.
Questo è forse il processo più delicato: bisogna scegliere il disco da utilizzare per l’installazione.

Se abbiamo un solo disco ed è vuoto, usare “Cancella e usa l’intero disco” è la scelta più semplice per un utente comune. Si arrangia il processo di installazione a creare tutto ciò che gli serve su disco.

Se invece abbiamo un disco con altri sistemi operativi, conviene ricorrere a “specifica manualmente la partizione (avanzato)

In questo caso bisogna aver ben presente quello che si fa. Solitamente nello spazio vuoto si creano le varie partizioni e area di swap necessarie al sistema, andando a specificare la posizione della partizione (e se è logica/primaria). Potete dare un occhiata a questo post per vedere una possibile suddivisione del disco per un sistema Linux.

4) Scelta della località e fuso orario da utilizzare nel sistema

5) Scelta della tastiera (ed eventuale variante)

6) Scelta del’utente da utilizzare nel sistema

Questa fase consiste nello scegliere il nome dell’utente e relativa password da utilizzare nel sistema, nonche il nome da assegnare al computer. In questa fase è possibile scegliere se avere il login automatico o la classica finestra che richiede il nome utente e la password. Esiste poi la possibilità di cifrare la propria cartella personale, ma personalmente evito di applicare cifrature su files (in caso di problemi sarebbe ancora più difficile recuperare i files persi).
Nel caso di distribuzioni in cui si fa uso di root (es Fedora) invece del comando sudo (Ubuntu), esiste una fase precedente a questa in cui viene chiesta la password da utilizzare per l’account di amministratore (root).

7) Istalla.

Installa il sistema (su Ubuntu in realtà già prima di questa fase, l’installazione parte per anticipare i tempi dell’utente)
Su alcune distribuzioni potrebbe anche essere richiesto se installare o meno il bootloader. la scelta in questo caso è quella di installarlo e metterlo sul master boot record del disco. Attenzione perchè se avete altri sistemi operativi è probabile che dobbiate poi riconfigurare il boot per assicurare la partenza dell’altro sistema operativo.

L’installazione è conclusa. Riavviate e godetevi il vostro nuovo Linux!

, , ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

One Response to “Installazione di Linux passo passo”

  1. Lazy Says:

    Bell’articolo,se ti va di collaborare è proporre qualcosa dai un occhio qua
    http://www.k-it.it/planet/simag/k-it-ha-bisogno-di-te
    Cerchiamo gente in gamba ed appassionata come te per creare una bella Comunità che sia d’aiuto e punto di riferimento per tutti gli appassionati di KDE e Kubuntu

Leave a Reply