Crea sito
RSS

Meego 1.1: affinato il codice (ma rimane qualche problemino)

14 Novembre 2010

Cutter, Moblin-MeeGo

meego-64

Meego, la distribuzione targata Nokia e Intel, ha rilasciato la versione 1.1 del sistema operativo per netbook e dispositivi palmari. Il desktop ora è basato su Qt 4.7, dato che Nokia porta avanti lo sviluppo di questo toolkit e monta il Kernel 2.6.35 e X.org 1.9.0.

L’immagine iso di 823MB può essere scaricata da questo link: http://burnbit.com/download/157611/meego_netbook_ia32_1_1_img

Per avere l’immagine su chiavetta, bisogna ricorrere agli strumenti di Meego (come visto precedentemente). Le opzioni di boot presenti sono quelle essenziali:

  • Boot MeeGo
  • Installation Only
  • Boot from local drive

Il boot avviene in 35 secondi circa, solo che appare un messaggio di errore relativamente al caricamento di un file dall’immagine. Premendo OK, il desktop però si carica in modo corretto.

Il desktop si presenta identico alla versione 1.0: evidentemente il layout è stato considerato già ottimo fin dal suo esordio 🙂

L’utilizzo dell’applicazione di aggiornamento software ha dato problemi: non veniva trovato nessuna chiave di sicurezza con il server!

Nonostante questi problemi, adesso almeno il browser Chomium non ha più il fastidioso bug di scrolling che avevamo segnalato nella prova della versione 1 e il bluetooth non va più in crash.

Non ci sono sostanziali variazioni nelle applicazioni installate, d’altronde si tratta di una distribuzione adatta ad internet, dove da sempre il meglio di se.

La prima cosa che reputo positiva è che tutto il sistema usa un set di icone e caratteri molto grande e nonostante questo lo spazio non sembra mancare nel netbook: evidentemente lo spazio è occupato al meglio.

La seconda è che il sistema è molto reattivo e con animazioni fluide.

Relativamente alla prova su macchina virtuale è da segnalare che il sistema non parte ne in modalità live ne in modalità installazione, a causa del fatto che non viene trovato un chip Intel AGP nel sistema virtuale.

Netbook
Dim. Immagine 8235 MB
Tempo boot pen 45 sec.
Fn+F1 (sospensione) si
Fn+F2 (wireless) sembra non funzionare
Fn+F3 (lum. dn) si
Fn+F4 (lum. up) si
Fn+F5 (monitor) ?
Fn+F6 (task manager) no
Fn+F7 (audio on/off) si
Fn+F8 (audio dn) si
Fn+F9 (audio up) si
Tasto illuminazione no
Tasto risoluzione no
Tasto personalizzato 1 no
Tasto personalizzato 2 no
Ethernet si
Wifi Riconosciuto (ma va testato)
Bluetooth si
Audio si
Webcam si
Touch pad con 2 dita si (ma va abilitato)
Controllo prestazioni CPU funzione non visibile se presente
1024×600 si
Sospensione tasto non trovato
Ibernamento non presente
PC virtuale
Tempo boot ISO
Tempo installazione HDD
Tempo boot da HDD
Spazio occupato
,

5 Responses to “Meego 1.1: affinato il codice (ma rimane qualche problemino)”

  1. Maurizio Says:

    Ciao,

    cerco di seguire le vicissitudini delle varie distro, ma non ho compreso se per il 901 c’è veramente qualche cosa di facile da installare. Alla faccia di Microsoft uso Xandros full desktop con molta soddisfazione. Ma, ci sono condannato a vita?

    Avete qualche dritta?

    Grazie.
    Maurizio.

  2. ice00 Says:

    Se non ti interessa conservare la Xandros, l’installazione di qualsiasi distribuzione che parta in modalità live è realmente molto semplice, dato che c’è sempre una icona presente sul desktop per eseguire la procedura.
    L’unica accortezza è quella di utilizzare il disco da 4GB dove risiede Xandros (in particolare le ultime due partizioni presenti) e lasciare il secondo disco intatto (così i dati li salvati non li perdi).

    Se già ora utilizzi la Xandros in full desktop, dovreti andare su distribuzioni che non fanno uso di interfacce semplificate (tipo Meego, Ubuntu Netbook Remix, Jolicloud), ma puntare su quelle full desktop quali Ubuntu, Mint, Fedora.

    Anche io sono ancora legato a Xandros, vuoi perchè così posso fare test per aiutare gli utenti che ancora la usano, ma anche perchè utilizzo il netbook sopratutto quando sono lontano dal pc fisso per scrittura di libri in Tex.

    Comunque il miglior modo per provare la procedura di installazione è quella di usare una macchina virtuale su di un pc fisso: puoi provare e riprovare cambiando opzioni su opzioni e alla fine cancelli quello che hai creato. A quel punto puoi passare all’installazione vera e propria sull’eeepc.

    Eventualmente preparerò una piccola guida a tal proposito…

  3. Coniglio Says:

    Ciao! sono arrivato qui perché anch’io ho un asus 901, e ho fatto una guida per installarlo in SDHC
    http://linux4netbook.blogspot.com/2010/10/guida-allinstallazione-di-meego-su-sdhc.html

    Il mio problema è che ho provato la versione 1.1 ed ho notato che il WIFI non viene riconosciuto, volevo chiederti se anche a te, visto che abbiamo lo stesso modello, capita.
    Non parlo soltanto del riconoscimento del tasto funzione ma del wifi, la scheda rete, sembra non venga riconosciuta.

    Comunque complimenti per il blog e il pezzo, anch’io ho fatto una recensione di meego, la trovi sul link sopra se non sbaglio. Se ti interessano altre distro da installare, sempre su Linux sui Netboot trovi pane per i tuoi denti! Saluti!
    Santiago.

  4. Coniglio Says:

    ok dopo una ricerca ora ho trovato la soluzione, se per caso ti servisse:
    http://forum.meego.com/showthread.php?t=1756&highlight=EEEPC

  5. ice00 Says:

    Ottima guida. Grazie.
    E anche ottimo sito 😉

    Purtroppo a casa non ho nessun dispositivo wifi per testare una connessione quindi posso solo verificare se compara la possibilità di attivare una connessione wifi, ma vedo che hai girà risolto 🙂

Leave a Reply